Esclusiva

Febbraio 11 2022.
 
Ultimo aggiornamento: Febbraio 14 2022
«Non è solo una piattaforma per fare balletti» Chiara Piotto e i nuovi media

La giornalista digitale di skytg24 e mediamanager di Torcha Chiara Piotto spiega le potenzialità di Tiktok alla redazione di Zeta.

Dallo stage a Skytg24 ad esserne l’anchor woman, arrivando a fare la corrispondente da Parigi. Chiara Piotto è partita sei anni fa dalla Scuola di giornalismo Walter Tobagi di Milano, con un’attitudine al mondo dei social avanti con i tempi.

«I miei compagni di allora erano restii ai social. Non ne volevano neanche sentire parlare» invece per lei sono stati un trampolino di lancio. Ha iniziato a produrre contenuti per i social media di Skytg24, e dopo essere stata assunta a tempo indeterminato è stata una delle prime giornaliste italiane ad aprire un account su Tiktok. «All’inizio non lo sapevano neanche i miei amici»

Chiara mostra il proprio profilo sulla piattaforma. «Ho cominciato a postare video, ma è arrivata la viralità grazie ad una challenge. Ho fatto
vedere il gobbo che scorreva le notizie che avrei letto e ho invitato le persone che avrebbero guardato il video a fare lo stesso». Il giorno dopo si è svegliata con 20mila followers in più e una marea di interazioni.
Spiega algoritmi e creazione di contenuti come se li mangiasse a colazione, usando una comunicazione semplice ma efficace che può arrivare a tutti. Anche su Tiktok. «Non è solo una piattaforma dove fare balletti. Adesso è aperta anche a chi vuole fare informazione. E funziona in maniera totalmente differente da Instagram».

Chiara Piotto TikTok

«Tiktok funziona con la meritocrazia e non con i followers. Se pubblichi un video su Instagram e hai cinque seguaci quel contenuto non lo vedrà nessuno. Tiktok utilizza un algoritmo diverso». Niente hashtags o seguaci: chiunque ha la possibilità di costruire una community con un solo video. Mantenendo però la personalità dell’account e postando, una volta raggiunta una certa viralità, giornalmente.

Costanza, caparbietà, saper comunicare e saper stare davanti alla telecamera. I 4 elementi fondamentali, secondo Chiara, per sfruttare la nova piattaforma social e utilizzarla come nuovo mezzo d’informazione.
Una mente avanti con i tempi che ha fatto di una cosa sconosciuta anni fa – i social – il suo lavoro. Ad oggi è anche Social Media Content Manager per Torcha.

Un esempio positivo e brillante di una mente giovane e avanguardista, che apre la strada a tutti i ragazzi che oggi vogliono rivoluzionare e tener vivo il mondo del giornalismo.

Leggi anche: I podcast, prateria del giornalismo