Esclusiva

28 Aprile 2021.
 
Ultimo aggiornamento: 29 Aprile 2021
I lavoratori ambulanti bloccano Roma

Mobilitazione degli ambulanti nella capitale contro la decisione della sindaca Raggi di indire nuovi bandi per riassegnare le licenze di utilizzo del suolo pubblico.

I lavoratori ambulanti di Roma hanno manifestato il 28 aprile contro la decisione della sindaca, Virginia Raggi, di applicare la direttiva Bolkestein che prevede la rimessa al bando delle licenze in scadenza di occupazione del suolo pubblico.

Diversi camion hanno bloccato il Grande Raccordo Anulare. I manifestanti si sono spostati poi, con vetture e bandiere, a Piazza della Repubblica.

La direttiva dovrebbe garantire la concorrenza e la liberalizzazione del commercio. Le concessioni in bilico sono 12.000. Gli ambulanti dovrebbero dunque partecipare a nuovi bandi per riottenere la licenza, ma temono di vederla riassegnata ad altri e dunque di perdere la loro attività.

Secondo i sindacati, l’applicazione della Bolkestein non sarebbe necessaria poiché su Roma ci sarebbero ancora circa 6.000 posti disponibili per nuovi esercizi.

La sindaca Raggi non fa però marcia indietro. “Quanto sta accadendo oggi a Roma è inaccettabile. Una minoranza di ambulanti sta tenendo in ostaggio i cittadini, bloccando il traffico sul Grande Raccordo Anulare e in alcune piazze. Non accettiamo ricatti da nessuno”, ha scritto su Facebook, aggiungendo che nell’assegnazione delle nuove licenze si terrà conto dell’anzianità del lavoro svolto e degli investimenti fatti dagli esercenti.