Esclusiva

26 Marzo 2021.
 
Ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2021
Emozioni binarie

La fotografia virtuale sta ridefinendo il concetto stesso di foto. Il progetto di Mattia Lucia de Nittis e Francesca Fiore dimostra come questa rivoluzione può funzionare, ma solo con la sensibilità dell’occhio umano dietro l’obiettivo

Nel progetto fotografico Emozioni binarie di Mattia Lucia de Nittis e Francesca Fiore, del collettivo Ammodo Studio, il ritratto racconta emozioni attraverso uno sguardo, un sorriso e la profondità della luce, mentre la fotografia virtuale ricostruisce e dà forma in uno spazio tridimensionale. Pensieri, emozioni o scene del mondo reale attraverso i modelli 3D e le grafiche sembrano essere immortalate da un obiettivo.

Emozioni binarie
Gioia. Un tuffo nel mare, l’acqua s’increspa e crea delle onde. Così anche il volto accoglie un leggero sorriso.
Emozioni binarie
Paura. Uno sguardo perso tra aculei di ferro. È la paura che crea una gabbia nella nostra mente.

La fotografia virtuale costruisce attraverso modelli 3D,materiali, grafiche e immagini 2D forme tridmensionali in un spazio virtuale. I software permettono di costruire oggetti e ambienti, rendendoli vivi con texture e luci, e di creare set fotografici e ambienti in cui inserire il protagonista dello shooting. Questo genere di fotografia sta diventando sempre più diffusa nelle immagini pubblicitarie perché permette di rendere il prodotto al meglio: non sono ammesse imperfezioni con questa tecnologia.

Emozioni binarie
Rabbia. Rami appuntiti si districano come nervi sulla fronte accigliata. Cime irrequiete di un colore intenso.
Emozioni binarie
Tristezza. Uno sguardo di vetro si frantuma in mille pezzi. Lacrime riflesse negli occhi.

«Ma il nostro corpo è imperfetto, così come le nostre emozioni», dicono quasi all’unisono Mattia e Francesca. La fotografia virtuale può rendere visibili spazi o idee di cui non conosciamo la forma, come nel progetto Emozioni binarie. Lo sviluppo tecnolgico che stiamo vivendo cambierà , e lo sta già facendo, il nostro modo di vivere ed esprimerci. Ma per ricreare le imperfezioni di cui parlano le due giovani fotografe avremo bisogno di un occhio umano dietro l’obiettivo, o almeno in questo caso.  

Emozioni binarie
Determinazione. Volontà ferma, come le linee del volto, di crescere verde e sbocciare anche su una roccia fredda.

Leggi l’ultimo numero del periodico Zeta dedicato all’Intelligenza artificiale