Esclusiva

Dicembre 6 2021.
 
Ultimo aggiornamento: Dicembre 22 2021
Alissa Balocco

Appena le sue dita sfiorano la tastiera, il mondo intorno scompare e chi la guarda prova imbarazzo in quell’intimità. Non serve ascoltare Alissa Balocco per capire che è una pianista esperta, basta osservarla mentre danza, occhi socchiusi, pacata in armonia.

Classe 1996, Capricorno ma “Non seguo l’oroscopo”. Romana, vive sulla Collina Fleming ma sente il peso della città che definisce “Troppo felliniana per una pasoliniana come me”.  Figlia di ex ginnasti professionisti, Alissa, figlia unica, è cresciuta in un’atmosfera creativa. La mamma, atleta della squadra nazionale di ginnastica ritmica negli anni 80, ha cercato di avviarla al mondo dello sport ma il pianoforte ha prevalso.

Alissa Balocco

Al liceo è stata per due volte in giuria ad “Alice nella città”, sezione del Festival del Cinema di Roma, grazie ad alcune sue recensioni apprezzate dagli organizzatori. Non manca mai ai concerti, sempre puntuale, tranne quando il motorino, fedele compagno, la tradisce facendola scivolare: frattura al gomito. Carattere gentile, mai irascibile ma di fronte a razzismo e sessismo perde le staffe “Durante le assemblee era impensabile dare spazio a movimenti studenteschi non rispettosi dei diritti”. Diplomata al liceo classico, si iscrive a Letteratura Musica e Spettacolo a La Sapienza e frequenta il conservatorio di primo livello in pianoforte. Alla fine Laurea in Storia della Musica.

Alissa cerca una carriera che unisca studio teorico al lavoro concreto, “Il pensiero del giornalismo è dentro di me”, dice a proposito della scelta di iscriversi al Master, ma forse questa inclinazione risale all’affetto verso il nonno paterno Alberto, mai conosciuto, giornalista e tra i fondatori del Partito Radicale.

Durante l’esperienza universitaria collabora a riviste e siti musicali, intervistando cantautori e musicisti. Proprio durante il tirocinio a music.it intervista la cantante L’Aura coronando un sogno. Sempre libera, in famiglia, di intraprendere la strada che desiderava, Alissa è fedele alle passioni del cuore. Un compagno delle medie le vaticinò “Per me tu farai la pianista o la scrittrice” e ha fatto centro. Colpisce di Alissa la compostezza da studentessa del Conservatorio, “tradita” da un bellissimo tatuaggio di Amy Winehouse sul braccio, sua cantante preferita.