Esclusiva

Maggio 2 2022
La vita riprende dopo la stato di emergenza

Le nuove disposizioni Covid a partire dal primo maggio

Mascherine

L’ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza ha stabilito le novità sull’utilizzo delle mascherine a partire dal primo maggio, ed è stata approvata dalla commissione competente della Camera dei Deputati. Il decreto legge avrà valenza fino al 15 giugno 2022, data in cui saranno previste ulteriori novità, dalle mascherine alle vaccinazioni.
Viene consigliato a tutti di continuare a proteggersi nei luoghi pubblici al chiuso o aperti nel caso in cui si presentino assembramenti.
Rimane l’obbligo di indossare le mascherine FFP2 nei seguenti casi.

Mezzi di trasporto: aerei, navi, traghetti, treni (interregionale, Intercity e Alta Velocità), autobus, trasporti pubblici locali o regionali, scuolabus.
Spettacoli aperti al pubblico che si svolgono al chiuso: sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo, eventi e competizioni sportive al chiuso.
I dispositivi di protezioni sono ancora previsti nelle scuole, fino alla fine dell’anno scolastico.

La disposizione comprende anche lavoratori e visitatori delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistite (RSA), gli hospice e le strutture riabilitative e residenziali per anziani.

Si raccomanda l’utilizzo negli stadi, chiese, negozi, centri commerciali e nei luoghi di lavoro.
Sono esenti dall’obbligo i bambini di età inferiore ai sei anni, le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, e chi svolge attività sportiva.

Green Pass

La certificazione verde non è più richiesta per poter accedere nei luoghi di lavoro, nei ristoranti, nei teatri e nei cinema, ma rimane l’eccezione per poter far visita nei reparti di degenza degli ospedali, negli hospice e nelle RSA.

Vaccini

Fino al 15 giugno 2022 rimane l’obbligo di vaccinazione per gli over 50, le forze dell’ordine, coloro che lavorano all’interno delle scuole e il personale sanitario. Per quest’ultima categoria il vaccino sarà obbligatorio fino al 31 dicembre 2022.

Viaggi all’estero

Il ministro Speranza ha, inoltre, firmato l’ordinanza per prorogare al 31 maggio 2022 le disposizioni sugli arrivi dai paesi esteri, ma non sarà più necessario il Passenger Locator Form, il modulo richiesto dalle Autorità Sanitarie.

Smart working

Lo smart working terminerà il 31 agosto 2022.

Leggi anche: I numeri della campagna vaccinale in Italia