Esclusiva

4 Giugno 2021
Edith Bruck e il Pane Perduto: «Testimonierò ancora per chi non può più parlare»

L’ infanzia nella povertà più assoluta, la deportazione ad Auschwitz e la marcia in altri 7 campi di concentramento, la salvezza grazie agli americani e la fuga dall’Europa verso Israele, per poi approdare a Roma nel 1954: la vita di Edith Bruck, classe 1931, racchiude mille altre vite, raccontate in 60 anni di scrittura in prosa e poesia