Esclusiva

Marzo 25 2022
Italia fuori dai mondiali: le reazioni della stampa estera

Gli azzurri non si sono qualificati ai Mondiali in Qatar 2022. Il commento della stampa estera.

Sono passati ottomesi dalla vittoria dell’Europeo. L’Italia ha mancato la qualificazione al mondiale 2022 in Qatar, perdendo al “Barbera” di Palermo 0-1 contro la Macedonia del Nord. Dopo l’edizione russa del 2018, per la seconda volta consecutiva l’inno di Mameli non risuonerà nella più importante competizione internazionale. Un evento a cui anche i maggiori giornali sportivi internazionali hanno dedicato aperture e trafiletti in prima pagina.

The Athletic, il sito di informazione sportiva più seguito degli Stati Uniti, definisce la squadra allenata da Roberto Mancini come “tired and destroyed”, stanca e distrutta. Una tendenza che si era vista già nelle partite autunnali, decisive per l’ingresso diretto ai Mondiali. Infatti, i pareggi con Bulgaria, Svizzera (due volte) e Irlanda del Nord hanno decretato la partecipazione agli spareggi.

Dalla Francia, L’Equipe, offre un’immagine ancora più estrema della situazione della nazionale allenata da Mancini. “L’Italia persa nel deserto” si legge nell’apertura del più prestigioso quotidiano sportivo internazionale. “Un nuovo fallimento dopo quello di Russia” si legge nel sommario.

Mondiali Italia

Dalla Spagna arrivano due analisi completamente diversi. El Mundo Deportivo titola in modo spietato “Italia a casa”, più sobria è l’apertura del giornale madrileno Marca: “Italia fuori dai mondiali”.

Mondiali 2022 Qatar Italia

In Portogallo non si pensa alla sconfitta dell’Italia, quanto alla rocambolesca partita vinta ieri dalla nazionale rossoverde. Record, giornale sportivo lusitano, però titola “Dio esiste!”, annoverando tra i motivi della scoperta, anche la sconfitta italiana, che vedrà quindi la nazionale di Cristiano Ronaldo sfidare i macedoni martedì sera.

Mondiali 2022 Qatar Italia

Il solito giorno, l’Italia parteciperà all’inutile passerella rappresentata dalla partita con la Turchia. A Istanbul il CT Mancini darà spazio alle seconde linee, provando già ad immaginare la nazionale del futuro.